Nano Press
Facebook Twitter Google+ YouTube Instagram RSS Feed Italiano English
Serie A 28/12/2012, 17.38 Comments 36 Official

Biella taglia Craig Brackins

Il giocatore torna free agent

Serie A
Salta la prima testa in casa Angelico Biella: è quella dell'ala americana Craig Brackins, 25 enne di Los Angeles, 12.8 punti e 5.4 rimbalzi in 10 partite disputate con la casacca rossoblù. La società Pallacanestro Biella infatti, ha comunicato ufficialmente nella conferenza stampa convocata questo pomeriggio nella propria sede la rinuncia all'ala forte che nel 2010 fu scelto al 21° posto nel draft NBA dagli Oklahoma City Thunder. Il taglio, come ha spiegato il g.m. Marco Atripaldi, è dovuto ai problemi fisici del giocatore: nell'ultimo match vinto da Biella lo scorso 25 novembre contro Venezia, Brackins si era infortunato ad un polso, saltando le due sfide perse contro Montegranaro e Cantù e rientrando a mezzo servizio nella debacle contro Brindisi. Nonostante tutti gli esami medici di controllo ai quali era stato sottoposto fossero risultati negativi, Brackins comunque ha continuato a lamentare dolori al polso, allenandosi sempre a mezzo servizio. Un atteggiamento non certo da cuor di leone, che ha indotto la società a prendere un provvedimento drastico, in un momento nel quale in campo c'è assoluto bisogno di giocatori che abbiamo voglia di dare l'anima per il bene comune. Per sostituire Brackins, Biella ha sondato negli ultimi tempi Stefano Mancinelli, ma le richieste dell'ex Fortitudo Bologna e Olimpia Milano sono state superiori alle possibilità dell' Angelico. Come ha sottolineato Atripaldi nel corso della conferenza stampa di un paio d' ore fa, la società pretende da tutti i giocatori il massimo impegno, insoddisfatta soprattutto dello scarso spirito di sacrificio di alcuni di loro e della poca collaborazione in campo. Dopo un duro faccia a faccia tra squadra e staff tecnico-societario avvenuto il giorno di Natale, l'Angelico si è allenata per due giorni a porte chiuse agli ordini di coach Cancellieri. Il taglio di Brackins potrebbe non essere l'unica operazione di mercato messa in atto per tentare di agguantare la dodicesima salvezza consecutiva in serie A: rinnovata per ora la fiducia a Russell Robinson, al quale la società ha riconosciuto grande impegno, ma in crisi d'identità e incapace finora di prendere per mano la squadra. Dietro al play americano aleggia l'ombra di Jacopo Giachetti: Biella probabilmente tornerà a trattare con Milano immediatamente dopo la sfida in programma domenica al Lauretana Forum tra Angelico ed EA7. Intanto sono previste novità nella gestione della squadra per il delicato match di dopodomani: probabile che al posto del discusso Chrysikopoulos, in quintetto ci sia Raspino, uno dei pochi a metterci anima e cuore contro Brindisi. Spazio in quintetto probabilmente anche a Jurak, al posto del tagliato Brackins. Nella conferenza stampa si è parlato anche del futuro societario al di là della stagione in corso: Atripaldi e il presidente Massimo Angelico hanno sottolineato le difficoltà economiche attuali, che mettono a rischio il futuro della società biellese nel massimo campionato Italiano di Pallacanestro. Il momento è complicato, in campo come al di fuori del rettangolo di gioco. A Biella più volte in passato la società ha dimostrato di saper andare al di là di ostacoli all'apparenza insormontabili, facendo quadrato nei momenti di maggior difficoltà. Una cosa è certa, per farcela stavolta servirà davvero l' apporto di tutti: in primis degli sponsor, senza i quali diventa impossibile pianificare il futuro, poi della squadra intesa come giocatori, staff tecnico e societario, infine dei tifosi che, per il bene della squadra che amano, devono tornare ad essere condizionanti (in positivo) in una corsa salvezza che si deciderà sul filo di lana.
E. Carchia

E. Carchia

Sportando Pro
Comments You must be registered to post a comment Image 36 Comments