NanoPress
Facebook Twitter Google+ YouTube Instagram RSS Feed Italiano English
Serie A 02/07/2012, 12.38 Comments 73 Official

Olimpia Milano, ufficiale il biennale per Keith Langford

Il giocatore americano torna in Italia

Serie A

La Pallacanestro Olimpia EA7-Emporio Armani comunica di aver raggiunto un accordo biennale con il giocatore KEITH LANGFORD, guardia di 1.93, nato il 15 settembre 1983 a Fort Worth, in Texas.

Cresciuto in Texas, a Fort Worth, ha giocato alla North Crowley High School. Nel suo ultimo anno è stato giocatore dell’anno in Texas secondo il quotidiano Fort Worth-Telegram. Dopo aver giocato la finale per il titolo dello stato, ha scelto di proseguire la sua carriera alla Kansas University, allenato da Roy Williams (attuale coach di North Carolina). Da freshman, è stato nominato dai compagni giocatore più progredito della stagione. In tutto ha giocato tre Final Four NCAA e nel 2002/03, al secondo anno nei Jayhawks fu addirittura inserito nel quintetto ideale delle Final Four. Quell’anno stabilì il suo record di punti in una partita segnandone 27 contro Arizona che allora era numero 1 del ranking. Nella semifinale NCAA contro Marquette segnò 23 punti con 11/14. Il suo avversario quel giorno era Dwyane Wade. Secondo realizzatore di squadra nel 2003/04, nel 2005 non fu scelto nei draft NBA e spese la sua prima stagione da professionista, a casa, a Fort Worth nella D-League.

Nel 2006/07 arriva in Italia per giocare in Legadue, a Soresina. Stagione super, che lo convince a riprovare con la NBA. Lo mandano a Austin nella D-League dov’è il terzo realizzatore e il primo assoluto per minuti giocati, ben 41.0 a partita. San Antonio, che è affiliata a Austin, lo chiama nella NBA. Gioca solo due partite. Torna in Italia e finisce la stagione in modo super a Biella. L’estate seguente passa alla Virtus Bologna: è l’anno dell’esplosione, vince l’Eurochallenge alzando il trofeo di Mvp. La Virtus lo vede al Khimki Mosca dove gioca per Sergio Scariolo e debutta in Eurolega. Resta due anni. La scorsa stagione arriva al Maccabi Tel Aviv dopo la prima sconfitta degli israeliani in Eurolega, proprio a Milano. Giocando con il neomilanese Richard Hendrix, vinse titolo israeliano, coppa d’Israele e Lega Adriatica. In quest’ultima competizione è Mvp delle Final Four.


COSA DICE IL COACH
- "L’acquisizione di Keith Langford è senz’altro una bella notizia anche per i tifosi dell’Olimpia che potranno ammirare un giocatore esplosivo, versatile, capace di fare molte cose e con una mentalità competitiva molto forte. Mi ha fatto molto piacere, parlando con Keith, apprendere che ha scelto noi rispetto ad altre più remunerative per motivazioni sportive e umane. Di fatto ricordo con molto piacere il tempo passato con lui a Mosca soprattutto nella prima stagione quando arrivò senza aver mai giocato una sola partita di Eurolega e finì la regular season da Mvp”.

 


COSA DICE LANGFORD
- "Sono esaltato al pensiero di far parte del nuovo progetto EA7 Armani. Mi sento pronto per supportarlo. Ho capito e condivido gli obiettivi e le ambizioni della società e in particolare di coach Sergio Scariolo che ritrovo con entusiasmo dopo l'esperienza di Mosca. Sono convinto che l'addizione mia e di Richard Hendrix in un gruppo già molto forte ci offrono l'opportunità di creare qualcosa di veramente speciale”


LO SAPEVATE?
- A Kansas lo chiamavano “K-Freeze” perché dicevano scorresse l’antigelo nelle sue vene… Noto per le sue superstizioni: si cambia le scarpe all’intervallo delle partite che non ritiene stia giocando bene, ha i suo calzini fortunati… Ha sempre giocato indossando numeri che contengono il 5, ovvero il numero di maglia del suo idolo Jalen Rose, membro dei Fab Five di Michigan e poi stella NBA a Indiana… Con il Khimki nel 2011 ha vinto anche la Lega Baltica.

E. Carchia

E. Carchia

Sportando Pro
Comments You must be registered to post a comment Image 73 Comments

Page of 2

Page of 2